L'Associazione GVS Valle Lavino promuove il volontariato anche attraverso iniziative volte alla formazione e all'informazione sanitaria alla popolazione, con particolare riferimento alle giovani generazioni, al fine di divulgare la cultura del soccorso e rendere i cittadini più consapevoli nella salvaguardia della salute e del benessere.


CORSO DI PRIMO SOCCORSO

Il GVS organizza il Corso di Primo Soccorso aperto alla popolazione con l’intento di promuovere la cultura del soccorso. Il corso è organizzato dai volontari GVS consiste in genere in un ciclo di incontri serali e tenuti da personale sanitario altamente qualificato (Medici e Infermieri specializzati nell'emergenza sanitaria).
Ogni anno in media si registra un successo di più di 120 iscritti e partecipanti, numeri in costante crescita.

Vai al programma 2017



UN CEROTTO PER SPINOTTO

Il progetto nasce da una bellissima esperienza e una riuscita sperimentazione con le educatrici e i bimbi della Scuola dell'Infanzia di Tignano (Monte San Pietro) svoltasi nel 2012. "Un cerotto per Spinotto" consiste in un gioco-racconto per i bimbi di età non inferiore ai 4 anni nel quale i volontari, con un gioco di ruolo, guidano narrativamente i bambini nell'interpretazione dei soccorritori per aiutare il simpatico ma distratto amico" Spinotto" (un peluche a dimensione bambino ideato dai bambini vincitore del concorso "Una mascotte per il sorriso").  L'obiettivo di questo incontro, proposto per il Piano dell'Offerta Formativa alle scuole dell'infanzia, della durata di circa due ore,  è quello di apprendere in modo ludico e interattivo il sistema del soccorso in modo che i bambini, anche in tenera età, sappiano cosa fare in caso di emergenza. Il secondo importante obiettivo consiste nel socializzare con il personale sanitario (noi volontari GVS in uniforme) per instaurare un rapporto di fiducia e amicizia con chi si occupa di salvaguardare o curare la salute dei bambini ("i dottori non sono cattivi" ma aiutano i bimbi a stare bene).

Si ringraziano per la collaborazione le educatrici Cristina e Viviana (Scuola di Tignano).

Progetto Scuole integrale in allegato a fondo pagina


PRONTO SOCCORSO IN PILLOLE

Attraverso il progetto Pronto Soccorso in Pillole (promosso da ANPAS Nazionale con il patrocinio della Regione ER), collabora da anni con gli istituti scolastici del territorio, proponendo incontri con gli alunni delle classi terze e quinte elementari al fine di trasmettere l’educazione alla cittadinanza attiva, ai valori della solidarietà e l’educazione al comportamento corretto in situazioni di emergenza promuovendo la conoscenza come rimedio alla paura. Nell'anno scolastico 2012-2013 gli istruttori volontari specializzati del Gvs hanno tenuto corsi ai 360 bambini delle Scuole Primarie di Zola Predosa, Monte San Pietro e Casalecchio di Reno.

Con il concorso Una mascotte per il Sorriso i disegni e fumetti dei bambini saranno realizzati per decorare il vano sanitario di tutte le ambulanze del GVS, i proventi del progetto inoltre saranno impiegati per la dotazione di presidi pediatrici in tutte le “ambulanze col sorriso”.

Progetto Scuole integrale in allegato a fondo pagina


ABC DEL CUORE

A gennaio 2013 l’Associazione ha avviato il progetto l’ABC del cuore che si propone di offrire un percorso formativo sperimentale e innovativo, qualificato e riconosciuto dagli Enti (in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Valsamoggia, con il patrocinio del MIUR, della Regione ER e della Provincia di Bologna e di tutti Comuni del Distretto), rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, che ha come obiettivo la formazione dei ragazzi al corretto comportamento in caso di emergenza sanitaria, con particolare riferimento alla sicurezza ambientale, all’attivazione del sistema di soccorso sanitario 118, al pronto riconoscimento dell’arresto cardiocircolatorio e alla pratica del massaggio cardiaco. Nell'anno scolastico 2012-2013, per il primo anno, gli istruttori volontari specializzati del Gvs hanno tenuto con successo corsi ai 271 ragazzi delle 2° classi della Scuola Secondaria di Primo grado di Zola Predosa e Monte San Pietro.

Progetto Scuole integrale in allegato a fondo pagina



LE NOSTRE AMBULANZE A 'MISURA DI BAMBINO' 

Sono 3 le nostre ambulanze di emergenza e sono tutte pediatriche! Veicoli assimilati allo standard di progettazione del 118 bimbiche tengono conto delle esigenze sanitarie del bambino trasportato e dell'impatto psicologico che un mezzo di soccorso può suscitare su di lui, sui familiari o accompagnatori e in generale su tutti i pazienti trasportati, da 0 a 100 anni.

L'obiettivo è stato raggiunto con l'inaugurazione della nostra ultima arrivata, l'ambulanza col sorriso "Lima 11"grazie al sostegno di numerosi soggetti della comunità e grazie ai bambini delle scuole che hanno partecipato al concorso di disegno "Una mascotte per il sorriso"Dopo di essa anche le altre ambulanze sono state adattate e allestite per affrontare al meglio il trasporto anche dei piccoli pazienti (come è noto l'ambulanza è pensata per gli adulti e poco nell'allestimento standard può rispondere in maniera adeguata al trasporto e all'assistenza dei più piccoli, eventi che seppur sporadici, possono verificarsi nell'emergenza sanitaria).

Ma cosa significa "a misura di bambino"?

> Belle "dentro" Tutte le ambulanze sono decorate all'interno del vano sanitario con disegni a fumetti (ideati dai bambini delle nostre scuole) per rendere l'ambiente più accogliente e amichevole, con lo scopo di alleviare l'eventuale stato d'ansia dei bambini ma anche degli adulti.

> Bimbi sicuri Tutte le ambulanze sono dotate di speciali sistemi di fissaggio alla barella con cinture di sicurezza e materassini che adattano la statura dei bambini (dai lattanti in sù) alla barella per il trasporto. Questo garantisce un trasporto in piena sicurezza e un trattamento adeguato in caso di eventi traumatici.

> A dimensione bambino Tutte le ambulanze sono equipaggiate con presidi specializzati per il trattamento idoneo al paziente pediatrico (sfigmomanometro, pulsiossimetro e molto altro materiale sanitario pediatrico).

> L'approccio e la formazione Tutti i volontari soccorritori hanno regolare formazione ed esperienza nel trattamento del paziente pediatrico, sia dal punto di vista tecnico operativo e per l'uso dei presidi specifici, sia per l'approccio psicologico. Ai piccoli pazienti, ove possibile, regaliamo in caso di emergenza la nostra mascotte "Spinotto" in formato portachiavi, un espediente per distrarre loro dal disagio durante il trasporto e un ricordo della nostra associazione lasciato per addolcire l'esperienza.

  













NUOVA SEDE

Per effetto delle disposizioni legate alla gestione dell’emergenza territoriale dettate dal Coordinamento di Bologna Soccorso il GVS ha introdotto nell’anno 2001 la sede operativa nella città di Zola Predosa, grazie all’ospitalità e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale che ha riconosciuto l’importanza dell’esigenza. 
A seguito delle normative regionali sull’accreditamento dirette agli enti pubblici e privati che collaborano per il SSN, negli anni sempre più stringenti, l’attuale sede operativa non risponde in modo adeguato ai requisiti richiesti nè alle nuove esigenze operative. 
Per tale ragione l’associazione si trova costretta a individuare o a realizzare una nuova sede provvista di tutti requisiti idonei all’accreditamento. L’Associazione si impegna a perseguire questo importante obiettivo di realizzare un Nuova Sede Operativa in modo tale da rispondere secondo le norme in modo più efficace ed efficiente alle esigenze dell’importante servizio che svolge per la Comunità. 
Per tale importante scopo l'associazione si attiverà per raccogliere fondi. Sono gradite tutte le iniziative spontanee di sostegno provenienti da aziende, privati cittadini, enti pubblici ai quali si fa appello e si esprime gratitudine. Per le modalità di donazione clicca qui.VERSO UNA Per effetto delle disposizioni legate alla gestione dell’emergenza territoriale dettate dal Coordinamento di Bologna Soccorso il GVS ha introdotto nell’anno 2001 la sede operativa nella città di Zola Predosa, grazie all’ospitalità e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale che ha riconosciuto l’importanza dell’esigenza. 

A seguito delle normative regionali sull’accreditamento dirette agli enti pubblici e privati che collaborano per il SSN, negli anni sempre più stringenti, l’attuale sede operativa non risponde in modo adeguato ai requisiti richiesti nè alle nuove esigenze operative.
Per tale ragione l’associazione si trova costretta a individuare o a realizzare una nuova sede provvista di tutti requisiti idonei all’accreditamento. L’Associazione si impegna a perseguire questo importante obiettivo di realizzare un Nuova Sede Operativa in modo tale da rispondere secondo le norme in modo più efficace ed efficiente alle esigenze dell’importante servizio che svolge per la Comunità.
Per tale importante scopo l'associazione si attiverà per raccogliere fondi. Sono gradite tutte le iniziative spontanee di sostegno provenienti da aziende, privati cittadini, enti pubblici ai quali si fa appello e si esprime gratitudine. Per le modalità di donazione clicca qui.


Per tutte le informazioni sui nostri progetti: info@vallelavino.it

 
Puoi commentare la pagina autenticandoti con Facebook o con qualsiasi altro social network. 
Impossibile trovare URL specifiche del gadget


Ċ
Manuela Zen,
2 feb 2017, 15:18